Come Comprimere le Foto

Ci capita molto spesso di avere a che fare con le nostre foto scattate da cellulare, fotocamere, e persino lettori mp4, e ci capita ancora più spesso di condividerle con i nostri amici e parenti mandandole per email o tramite un programma di messaggistica, se poi abbiamo un blog o un sito internet la presenza delle foto è quasi obbligatoria.

Molti utenti non sanno che un’immagine digitale può avere più o meno risoluzione visiva in base allo strumento che utilizziamo per crearla. Per risoluzione visiva si intende la quantità totale di pixel (i punti che formano l’immagine) che una determinata immagine contiene, e se parliamo di fotocamere, sarà la qualità di quest’ultima a determinare la quantità massima di pixel che le nostre foto avranno, nelle fotocamere infatti troviamo un valore “X Mpix“ dove X corrisponde ad un numero e Mpix a “megapixel”, 1 megapixel corrisponde ad 1 milione di pixel, quindi se per esempio la vostra fotocamera indica “7 Mpix” riuscirà a fare foto con una risoluzione massima di 7 milioni di pixel.

È facile dunque capire che più pixel conterrà una foto, maggiore sarà la qualità visiva, ma purtroppo anche il peso dell’immagine sarà molto grande, arrivando a sfiorare anche i 2 Megabyte per ogni singola foto. Caricare dunque foto di 2 Megabyte nel nostro sito web è decisamente controproducente, sia perché per il web non abbiamo bisogno di tutta questa risoluzione (tranne nel caso in cui trattiamo sfondi desktop), sia perché occuperemmo spazio inutile nel nostro server.

La soluzione più semplice da usare è dunque un programma che permette la conversione automatica di una foto ad alta risoluzione, ad una adatta ad essere utilizzata online, riuscendo a comprimerla e riducendo dunque la dimensione a pochi Kilobytes. Un programma gratuito che svolge proprio questa funzione è ShrinkPic scaricabile da qui, ShrinkPic comprimerà le vostreimmagini di qualsiasi formato: jpg, bmp, png, tiff e gif.

Basterà trascinare l’immagine che vogliamo comprimere nello spazio “drag photos hear” del programma, e quindi selezionare la modalità di compressione desiderata tra alta, media, e bassa, ricordate però che più sarà la compressione minore sarà il peso dell’immagine ma anche la qualità sarà minore quindi cercate di scegliere un buon compromesso.

Sulla destra sarà visualizzata l’anteprima dell’immagine appena modificata, quando siamo contenti dei risultati premiamo su “file” e dunque su “save as” per salvare una copia molto dimagrita della nostra foto.