Consulente Informatico e Scrittura Privata

Il vostro cliente ha accettato il vostro preventivo. Dopo avere esultato o esservi disperati perchè adesso dipende solo da voi, e quindi si tratta di lavorare, Il passaggio successivo è quello di mettere tutto nero su bianco e stare attenti a mettere al sicuro da qualsiasi discussione sia voi che il vostro committente.

Diamo un’occhiata ad alcuni modelli di scrittura privata e di contratti che possono tornarvi utili.

Prima di cominciare, cos’è la scrittura privata.

La scrittura privata, possiamo dire che

non è definita dalla legge civile né da quella penale;
può intendersi come qualsiasi documento, non proveniente da un pubblico ufficiale, capace di conservare attraverso segni grafici qualsiasi la dichiarazione di volontà o di scienza avente rilevanza giuridica.
Tale dichiarazione, per essere attribuibile al soggetto che l’ha espressa, deve essere da lui sottoscritta

Non può quindi essere considerata un vero e proprio contratto ed è contestabile, ma il giudice può riconoscerne la legittimità. La regola di prova legale, però, non concerne la veridicità delle dichiarazioni stesse, che è sempre rimessa al libero convincimento del giudice

Ciò nonostante, è un documento importante, specialmente se non siete in possesso di una partita iva. Conviene sempre farla firmare ai vostri committenti.

Se non sapete come realizzare una scrittura privata, potete utilizzare quello che potete trovare qui sul sito Scritturaprivata.net.

Eco alcuni consigli e risposte sulla scrittura privata che dovete fare firmare al vostro committente.

Il mio lavoro dura molto poco, devo fare lo stesso preventivo e scrittura privata?
Certamente. Anche se durasse cinque minuti. Si tratta pur sempre di un tuo lavoro, per quanto specialistico o momentaneo esso sia. Puoi regolarti di conseguenza a livello economico, ma la scrittura privata va fatta comunque. Ricordati inoltre che le scritture private nascono proprio per periodi molto brevi, dato che la prestazione occasionale non può durare più di trenta giorni con un singolo committente.

Il mio guadagno è molto esiguo, è una procedura necessaria?
Decisamente. Le scritture private tutelano il tuo lavoro, anche se il tuo guadagno è molto esiguo. Ricorda sempre che è uno strumento utile per potere dire la tua nel caso in cui il tuo committente credesse che tu sia un pivellino e che può risparmiare sul tuo lavoro perchè “hai fatto esperienza”. Io sono dell’idea che se voglio fare esperienza è un problema mio, tu intanto per il mio lavoro mi paghi, poi se ti devo ringraziare per l’esperienza ti faccio uno sconto.

Il mio committente reputa inutile questa procedura.
Insistete. Di questi tempi non ci si deve fidare di nessuno.

Ok, ma cosa devo scrivere nella scrittura privata.
Fondamentalmente l’oggetto del lavoro e le parti. Seguite i modelli linkati oppure fatelo ex novo ma occorre inserire sicuramente durata del lavoro, chi avrà i diritti sul lavoro, la durata e il tipo  di committenza. Scrivete cosa state facendo per lui ed ovviamente, fatene una duplice copia che deve essere firmata da entrambi.

La scrittura privata è quindi importante.